Usare le e-mail (o più familiarmente email o mail), mezzo di comunicazione ormai diffusissimo e legalmente riconosciuto, come utilità e/o servizio all'interno del proprio sito può essere molto utile, se non indispensabile. Ecco 4 modi per usarle.
 
Contatto
"Contatto" o "Contattaci" o simili sono voci di menu che si trovano nella maggior parte dei siti.
Invitano il visitatore o l'utente ad inviare una mail al sito per chiedere informazioni, segnalare un problema, fare una richiesta o altro e possono funzionare in diversi modi.
  • link al gestore di posta locale (outlook express, live mail, microsoft outlook, mail ecc.): semplicemente si apre una nuova mail del del gestore di posta installato nel computer con il campo del destinatario già compilato, per cui è sufficiente scrivere il messaggio e spedire; il limite di questa soluzione è la possibilità che il visitatore/utente non usi alcun gestore di posta.
  • link ad un modulo (form) interno al sito: occorre compilare i campi indicati come "obbligatori" e spedire (di solito è prevista la possibilità di "autospedire" alla propria casella di posta una copia del messaggio).
  • link ad una lista di "Contatti", tra i quali scegliere la persona o l'ufficio a cui inviare la mail: soluzione molto utile quando il sito riguarda una organizzazione strutturata, perchè permette di far pervenire il messaggio direttamente alla "persona giusta".
  • tell a friend (dillo ad un amico): piccola funzione che permette di segnalare il sito che si sta guardando ad altre persone: si apre una finestra in cui inserire uno o più indirizzi e-mail, ai quali verrà inviata una mail contenente un link, cliccando il quale la persona verrà direttamente indirizzata al sito in questione.
    I browser moderni contengono già questa funzione, ma bisogna cercarla e può essere fastidioso e far passare la voglia: meglio un link in evidenza nel sito, pronto per un semplice click.Questa funzione può essere integrata con la possibilità di attingere gli indirizzi da rubriche personali presenti sul proprio computer o su internet.
Mailinglist
Le mailing list sono dei servizi di discussione e dialogo tramite posta elettronica tra persone con interessi comuni e che siano iscritte. Un'apposita applicazione si occupa di raccogliere e gestire gli indirizzi e-mail di tutti gli iscritti in modo tale che chiunque possa leggere, rispondere e scrivere automaticamente un messaggio a tutti i partecipanti.

Le mailing-list possono essere "moderate" cioe' "filtrate" da una persona (chiamata per l'appunto moderatore) il cui compito e' quello di supervisionare i dialoghi e le discussioni tra gli iscritti. Il moderatore legge tutti i messaggi inviati e poi decide quali di essi debbano essere rivisti, modificati o eliminati prima di essere inviati a tutti gli iscritti. Lo scopo del moderatore e' quello di impedire che vengano trattati argomenti poco attinenti ai contenuti della lista (in gergo tecnico si dice "off-topic") oppure che si creino discussioni troppo animate, interventi poco costruttivi o addirittura offensivi per gli iscritti.
Newsletter
Le newsletter sono simili alle mailing list ma, a differenza di queste ultime, non offrono la possibilita' ai partecipanti di dialogare e interagire, ma soltanto di ricevere informazioni e aggiornamenti (su argomenti di proprio interesse) a precise scadenze (solitamente settimanali o mensili). La mancanza di un dialogo interattivo tra gli iscritti (che e' il punto di forza delle mailing-list) viene compensato dal fatto che le informazioni ricevute tramite newsletter sono solitamente piu' specifiche e selezionate, e la mole di messaggi e' molto minore (non tutti amano ricevere decine di messaggi al giorno).

Le aziende e i privati possono creare newsletter con informazioni e aggiornamenti sugli argomenti piu' disparati (come ad esempio lavoro, cucina, sport, etc.) inerenti la propria attivita' oppure i propri prodotti e servizi offerti. L'obiettivo solitamente e' quello di fidelizzare i clienti e navigatori del proprio sito web oppure, in alcuni casi, guadagnare dalla vendita di spazi pubblicitari (alcuni siti web riescono a fare entrambe le cose).Le newsletter possono essere utilizzate anche come supporto ad attivita' di commercio elettronico, per aggiornare i propri clienti in merito a nuovi servizi o prodotti offerti o, nel caso delle mailing list, per creare comunita' virtuali e luoghi di discussione tra persone e aziende con interessi comuni.
Un'azienda che opera nel settore dei computer potrebbe ad esempio creare una newsletter settimanale relativa alle nuove periferiche hardware immesse sul mercato e al contempo informare i propri iscritti in merito a sconti, promozioni e offerte presenti sul proprio sito web.