Sull'argomento "browser" la letteratura internettiana è sconfinata, ma qui mi limito a qualche accenno.
 
Il browser (letteralmente "brucatore", "curiosone") è il programma che ci permette di "navigare", ovvero cercare e guardare i siti nel web: quando compriamo un pc o un mac lo troviamo già installato e fino a qualche tempo fa Microsoft aveva, per i pc, il monopolio, per cui tale programma era rigorosamente Internet Explorer, familiarmente chiamato IE.
 
Molto presto sono nati altri browsers, che si sono sviluppati a tal punto da fare una concorrenza durissima a IE: l'unico limite era la necessità di scaricarli appositamente da Internet e installarli sulla propria macchina.
Tra i più noti e diffusi: Firefox, Google Chrome, Safari, Opera.
 
Il problema sta nel fatto che i browsers non si comportano tutti allo stesso modo, nel senso che lo stesso sito può avere un rendering, cioè una rappresentazione sullo schermo, diverso a seconda del browser usato dall'utente. Quindi, per esempio, un menu sviluppato in Firefox con le voci di menu centrate può apparire in IE con le voci allineate a sinistra: ma c'è di peggio!
 
L'origine delle difficoltà maggiori sta in IE nelle sue varie versioni, primo perchè per lustri Microsoft ha popolato il pianeta con i sui programmi in regime di sostanziale monopolio, secondo perchè Microsoft non si è mai molto curata di adeguarsi agli standards del W3C: solo nelle ultimissime versioni ha fatto dei passi significativi nel senso dell'uniformazione.
 
Questa la situazione attuale:
  • vi sono ancora molti pc dotati di versioni obsolete di Internet Explorer
  • in tali pc un sito realizzato con tecnologie e codici avanzati può avere un rendering non corretto, se non pessimo o non funzionante
  • un webdesigner che volesse creare un sito perfettamente visibile e funzionante sia, per esempio, su IE 6 che su IE 9 dovrebbe rompersi la testa per intrecciare codici e tecniche se non creare addirittura 2 siti diversi, oppure ancora creare il sito in funzione del browser obsoleto, ovvero un sito obsoleto: orrore!
Come si comporta mayerweb?

Personalmente ho seguito la corrente "radicale":
  • i siti li progetto e realizzo utilizzando le tecnologie più aggiornate ed innovative, senza preoccuparmi punto degi utenti che ancora usano browser a carbonella!
  • nei siti a volte inserisco una utility che rileva il browser e la sua versione e, se questa è obsoleta, fa apparire una popup che invita l'utente all'aggiornamento con dei bottoni che portano direttamente alle pagine di download (della versione più recente, ovvio) dei 5 maggiori browsers: Firefox, GoogleChrome, Safari, Opera e, per forza, Internet Explorer.
  • la popup permette comunque al visitatore di proseguire la visione del sito senza aggiornare il browser obsoleto, ma lo avvisa che rendering e funzionamento possono risultare compromessi.